Specie: Strillozzo (Emberiza calandra)
Ordine: passeriformi
famiglia:  fringillidi
Dimensioni: Lung. 17 cm, ala 10 cm, peso 55 gr.
 
Preferisce vivere in ambienti agricoli aperti e ricchi di frutteti. il suo volo e' pesante e ondulato. Durante tutto l'anno, si nutre di semi e bacche, mentre durante la fase di riproduzione, si nutre anche di insetti per fornire un maggior apporto di proteine ai propri nidiacei. Nidifica nel terreno, deponendo 4/5 uova.
 

Specie: Chiurlo (Numenius arquata)
Ordine: caradriformi
famiglia:  scolopacidi
Dimensioni: Lung. 51 cm, ala 30 cm, peso 600/900 gr.

Uccello estremamente sospettoso, predilige zone umide, paludi e coste sabbiose. E' solito, prima di posarsi compie planando, numerosi giri di ricognizione. Si ciba prevalentemente di piccoli molluschi, crostacei, vermi e insetti

Guarda foto su Wikipedia

Specie: Prispolone (Anthus trivialis)
Ordine: passeriformi
famiglia:  motacillidi
Dimensioni: Lung. 15 cm, ala 9 cm, peso 18/25 gr.
 
Piccolo uccello terricolo, ma che non disdegna di posarsi sugli alberi, prediligendo i rami secchi e spogli. Si ciba prevalentemente di insetti, ma integra la propria dieta anche con qualche piccolo insetto. Depone circa 4/6 uova in piccole depressioni del terreno, ai margini dei boschi.

Guada la foto su Wikipedia
Specie: Pittima minore (Limosa lapponica )
Ordine: caradriformi
famiglia:  scolopacidi
Dimensioni: Lung. 37 cm, ala 20 cm, peso 150/280 gr.

Specie gregaria, ama frequentare le zone palustri lungo le coste, ma anche prati umidi purche' aperti. Come il chiurlo,  essendo anch'essa una specie molto diffidente e sospettosa, prima di posarsi compie planando, numerosi giri di ricognizione. Si nutre di vermi e piccoli molluschi.
 
Specie: Piviere (Charadrius apricarius)
Ordine: caradriformi
famiglia:  scolopacidi
Dimensioni: Lung. 27 cm, ala 18 cm, peso 200 gr.
 
Uccello estremamente gregario e sospettoso, soprattutto durante lo svernamento, ama radunasi in grandissimi branchi. Predilige prati aperti e acquitrinosi purche' ricca di vegetazione. Il Piviere preferisce alimentarsi durante la notte, cibandosi di piccoli insetti, chiocciole, vermi e larve.