Home Approfondimenti News Emilia Romagna Bologna: Caccia al cinghiale, aumentano i capi da abbattere - (02/10/2013)
Bologna: Caccia al cinghiale, aumentano i capi da abbattere - (02/10/2013) PDF  | Stampa |  E-mail
Provincia Bologna.it Regione Emilia Romagna
 
 
 
Bologna: Caccia al cinghiale, aumentano i capi da abbattere - (02/10/2013)

 
 
 
Con 4.485 capi abbattibili, 525 in più rispetto alla scorsa stagione, si apre la caccia collettiva al cinghiale nelle zone degli Atc BO2 e BO3 e nelle Aziende Faunistico Venatorie della provincia di Bologna. Tali valori sono obiettivi minimi da conseguire per una corretta gestione della specie e per limitare i danni alle colture agricole. Abbattimenti illimitati nella fascia collinare a densità zero per il cinghiale.

Con il mese di ottobre si apre la caccia al cinghiale in forma collettiva: i gruppi di girata e le squadre di braccata dovranno abbattere nelle diverse zone degli ATC e nelle nelle Aziende Faunistico Venatorie oltre 4.485 capi. A tanto ammonta infatti il piano di abbattimento appena approvato dalla Provincia (determina dirigenziale n. 1899 del 26 settembre 2013).

Gli animali da prelevare sono cresciuti rispetto alla stagione precedente di 525 unità a causa degli incrementi di popolazione registrati dal selvatico e come misura di contenimento dei danni ancora troppo elevati che la specie causa alle produzioni agricole.

La Provincia sottolinea infatti che i contingenti assegnati agli ATC BO2 e BO3 e alle singole AFV sono gli obiettivi minimi da conseguire ai fini di una corretta gestione del cinghiale nel territorio provinciale, contingenti quindi passibili di incrementi in base alle reali presenze degli animali. Nelle cosiddette "Aree speciali", essendo le stesse inserite nella fascia definita dal vigente piano faunistico venatorio area a densità zero per la specie cinghiale è consentito un abbattimento illimitato nel numero dei capi.
 
La caccia collettiva al cinghiale interesserà i seguenti periodi:
da domenica 13 ottobre 2013 a domenica 12 gennaio 2014, come fissato dal calendario venatorio provinciale nelle giornate e negli orari definiti dai rispettivi ATC o a scelta del concessionario per quanto riguarda le aziende faunistico venatorie;
dal 1° ottobre 2013 al 31 dicembre 2013 nelle aree di caccia comprese nei seguenti siti della Rete Natura 2000: Corno alle Scale, Contrafforte Pliocenico, Monte Vigese, Monte Radicchio - Rupe di Calvenzano, La Martina - Monte Gurlano, Vena del Gesso Romagnola, Gessi Bolognesi - Calanchi dell'Abbadessa, Boschi di San Luca e Destra Reno, Monte Sole, Laghi di Suviana e Brasimone, Monte dei Cucchi Pian di Balestra.

Ricordiamo che nel mese di gennaio 2014 la caccia si svolgerà, nell'ATC BO2, nelle sole giornate fisse di giovedì, sabato e domenica e nell'ATC BO3 nelle sole giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica.

Nel complesso dei due Atc i soggetti iscritti alle squadre di braccata sono 1.784 e ai gruppi di girata 722. L'aggiunta di invitati per ciascuna squadra (al massimo 5) e per ciascun gruppo (al massimo 3) porterebbe a 1.949 i cacciatori di braccata e a 827 i cacciatori di girata. 
 
Enalcaccia Nazionale